Separazione

  03 Mar 2017   110
Buongiorno avvocato vorrei per favore una delucidazione se possibile. Sono sposata da 32 anni e ho sempre fatto la casalinga. Mio marito è un dirigente. Nella nostra famiglia ci sono problemi familiari provocati da nostro figlio e purtroppo mio marito lo accontenta in tutto e per tutto in quello che fa, anche perché pensa che sborsando sempre soldi se lo leva di torno ( mio figlio ha 22 anni). Per questi motivi ci sono continui litigi tra noi per divergenze di modalità di educazione. Nell'ultimo litigio avevo chiesto a mio marito di parlare ( lui tende sempre a chiudersi a riccio) per capire dove io e lui stiamo sbagliando. Morale mi ha detto che se voglio la separazione ( mai voluta) se andavamo in causa erano " lacrime e sangue" se invece facevo la consensuale mi dava un quinto del suo stipendio ( prende 5000 euro) mi lasciava la casa del valore di 80000 euro e metà del conto in banca. Praticamente aveva già deciso tutto lui. Allora poiché questa casa l'ha pagata 190000 euro ma poi essendo in una zona malfamata di Genova crollando il mercato ha perso valore alla grande e quando ci siamo sposati alla morte dei miei genitori venuta negli anni 90 avevo io 2 case del valore allora complessivo di 500 milioni di lire più una liquidazione di mio padre morto a 58 anni, di 60 milioni di lire, che ho messo a disposizione e avendo sempre lavorato per la famiglia è' veramente ciò che mi spetta? Ha detto che faceva anche metà' del conto corrente ( poche migliaia di euro tipo 10000). Vorrei capire se è questa la realtà viste le sue idee. La ringrazio e le auguro una buona giornata
P
1 Answers

 


Have another answer? Share your knowledge!

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service