Quanto è grave videoregistrare un video in un pubblico ufficio e quando il contenuto di un video si può ritenere oggettivamente offensivo?

  16 Sep 2017   21
Gentile avvocato,sono una volontaria di servizio civile che ha bisogno di un delucidazione.
Premetto che nella vicenda che le vado a riportare ho sicuramente,
insieme ad alcuni colleghi, colpe oggettive,mi preme però raccontare l'accaduto.
Premetto che il tutto si svolge in un servizio sociale, in un ufficio pubblico quindi.
Registriamo un video in ufficio rappresentando una sorta di scena di colloquio
sociale,io interpretando "l'assistente sociale" ,il mio collega "l'utente" e ci tengo a precisare che
lo scherzo era uno sfottò tra me e questo collega e nulla più , non si voleva offendere nessuna
categoria di lavoratoi o utenti.
Purtroppo pubblico questo video su facebook (la privacy era limitata agli amici di chi era taggato)e vengo quindi contattata e invitata a toglierlo.
Subito ho preso atto e tolto il video, in più mi sono scusata con con un messaggio con loro per la superficilità
e la mancanza di attenzione.
Chiamo immediatamente una delle responsabili del progetto per capire il motivo
non sapendo che è reato pubblicare video registarti nei pubblici uffici.
Le responsabili hanno ritenuto opportuno fissare una riunione dove siamo vivamente invitati a partecipare tutti
poichè il gesto è ritenuto molto grave.
Il punto è che ci viene contestato anche il contenuto che però non citava nessuna persona se non noi soggetti del video.
Quello che vorrei sapere è quanto effettivamente grave è il gesto, cosa rischiamo e quando il contenuto di un video si
può ritenere oggettivamente offensivo?
Spero riusciate ad aiutarmi, sto molto in ansia per questa cosa.
La ringrazio per il tempo che mi dedicherà
0 Answers

 


BE THE FIRST ONE TO ANSWER THIS QUESTION

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service