Posso andare con un avvocato, e dicendo cosa esattamente?

  07 Jul 2017   39
Ho ricevuto una convocazione a presentarmi presso un Centro di Salute Mentale dai toni perentori, la segnalazione sui "problemi che mi affliggono" è stata attribuita a persone che dicono di non saperne assolutamente nulla. Quando cono andata a quel CSM per chiedere spiegazioni ho trovato atteggiamenti intimidatori e scorretti, che non sembrano avere molto che fare con la mia "salute" di cui dicono di preoccuparsi tanto, non risulta neanche qualcosa di scritto per la segnalazione. Poi ho capito che stanno cercando di influenzarmi e di intimidirmi su qualcosa, una mia possibile testimonianza scomoda su un possibile fatto criminale che dà fastidio a qualcuno. Una dirigente dell'AUSL mi ha detto chiaramente che a lei non gliene importa un bel niente della mia salute o dei miei disagi, lasciando intendere che la questione è di tutt'altra natura, appunto quello che ho appena detto. Mi sono informata, la legge non consente di trattenere una persona dentro una struttura psichiatrica contro la sua volontà a meno che non sia con un TSO e solo nei reparti appositi, di sicuro non voglio avere niente a che fare con quegli operatori sanitari né tanto meno associarmi ai loro metodi illegali di minaccia. Se insistono, posso andare con un avvocato per dire di lasciami in pace, e cosa devo dire esattamente? Non ho mai avuto niente a che fare con la psichiatria istituzionale e non c'è alcuna cartella clinica aperta su di me, l'avevo richiesta all'anagrafe sanitaria e hanno detto che non esiste.
0 Answers

 


BE THE FIRST ONE TO ANSWER THIS QUESTION

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service