Perchè mi negano il consenso informato

  07 Oct 2017   13
Gentilissimo Avvocato,
sono un paziente “mio malgrado” del Centro Salute Mentale di Mola di Bari.
Ho iniziato a frequentare il Centro Salute Mentale ormai da undici anni (sono stato oggetto di un TSO domiciliare nel maggio 2006).
I motivi per cui “subii” il TSO domiciliare furono dovuti ad una depressione antecedente al 2005-2006: nel 2005-2006 (dopo aver passato alcuni anni stando soprattutto in casa) “decisi” di cominciare a uscire in strada (ma non ero più “abituato”). Per futili motivi (ad esempio un’automobile che mi tagliava la strada sulle strisce pedonali) mandavo email sul sito della Polizia finché fui convocato dal comandante della stazione dei carabinieri di Rutigliano che mi impose di frequentare il Centro Salute Mentale (il comandante mostrò a mia madre le email che avevo inviato).
Sono d’accordo sul fatto che quel TSO non solo fu necessario ma mi aiutò molto.
Ma oggi sono passati ben undici anni!
Non ho mai saputo chi ha firmato quel TSO (il sindaco o un giudice) e nessuno mi ha mai fatto firmare in undici anni il CONSENSO INFORMATO.
Devo ammettere che la dottoressa psichiatra del Centro Salute Mentale mi ha aiutato nel conseguire la pensione di invalidità (80% per schizofrenia paranoidea).
Dal luglio 2016 avevo cessato (senza dirlo alla dottoressa) di assumere Abilify 15 mg al giorno.
Fino all’agosto 2017 i miei comportamenti sono stati ritenuti “normali”.
Nell’agosto scorso ho semplicemente fatto una passeggiata alle 4.30 del mattino per approfittare del fresco di quell’ora (erano i giorni del caldo afoso e dei 40 gradi centigradi).
Ma mia madre ha avvisato il Centro Salute Mentale che mi ha imposto iniezioni di Abilify ogni 28 giorni e 1000 mg di Depakin al giorno. (Voglio precisare che in quel periodo mia madre sapeva che uscivo presto a passeggiare intorno alle 6 del mattino, quel giorno avevo anticipato.
Vorrei semplicemente sapere da lei se posso oppormi all’assunzione di tali farmaci (sia all’iniezione dell’Abilify, sia all’assunzione del Depakin) grazie alla possibilità di non voler firmare il CONSENSO INFORMATO.
Visto che ho avuto comportamenti ritenuti normali dal luglio 2016 all’agosto scorso (pur non assumendo farmaci ed essendo regolarmente visitato dalla dottoressa psichiatra che non rilevava “anomalie”) ritengo di poter tranquillamente avere comportamenti normali in futuro.
In attesa di una sua gradita risposta, Le invio i miei più cordiali saluti
Nicola Giampaolo
0 Answers

 


BE THE FIRST ONE TO ANSWER THIS QUESTION

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service