Motivato parere

  17 Mar 2017   48
Corso di istituzioni di diritto privato
Prof. Marco Azzalini
Prova scritta del
6
luglio
2016
In un pomeriggio del dicembre 2015,
l’architetto
T
izio, appassionato nonché assiduo
giocatore di Superenalotto, si avvedeva del fatto che, dovendo trattener
si in studio
sino a notte per il completamento di un progetto in scadenza, non sarebbe riuscito a
provvedere personalmente, prima della chiusura dei negozi e
delle giocate, alla
consueta puntata, in vista dell’estrazione dei numeri prevista per la serata m
edesima.
Impossibilitato a provvedere altrimenti, e f
ermamente deciso a giocare ugualmente,
anche in considerazione del lauto montepremi previsto per l’estrazione (circa
1.500.000 Euro), chiedeva al collega di studio, Caio, di provvedere lui in tal senso:
e
a tal fine consegnava a Caio, che li riceveva, sia il denaro necessario alla giocata che
un foglietto con indicati i
sei
numeri da giocare. Inoltre, Tizio raccomandava a Caio,
per l’ipotesi in cui neppure questi fosse stato in grado di procedere per tempo al
la
giocata, di incaricare eventualmente all’uopo l’altro collega di studio, Sempronio.
All’indomani, avvenuta l’estrazione dei numeri, Tizio esultava, apprendendo dal sito
internet del gioco a premi che era risultato un unico vincitore con punti sei, e nes
sun
altro con quote minori, e che i numeri estratti erano quelli da lui indicati a Caio: al
vincitore, in sostanza, sarebbe spettato l’intero ammontare del montepremi.
Successivamente, tuttavia, nella serata del medesimo giorno, Tizio veniva a
conoscenza d
ell’amara verità: affranto, infatti, il collega Caio gli confessava di non
aver potuto provvedere alla giocata, e di avere, di sua iniziativa, incaricato a tal fine
non il collega Sempronio, fuori studio per una commissione, ma la segretaria Mevia,
la qual
e tuttavia si era dimenticata di giocare. Il vincitore, dunque, era un estraneo,
non avendo Tizio partecipato all’estrazione.
Circa un anno dopo, Tizio, ripresosi nel frattempo, quantomeno in parte, dal grave
turbamento conseguente agli avvenimenti di cui
sopra, asserendo di aver subito, oltre
alla grave perdita del premio, anche ulteriori conseguenze pregiudizievoli a seguito
dei fatti (peggioramento dei rapporti in studio, riduzione dell’attività, insonnia con
conseguente assunzione di farmaci, stato d’an
sia ecc.), decideva di rivolgersi ad un
legale, per un parere in merito alla vicenda e all’eventuale possibilità di esperire una
qualche azione risarcitoria a ristoro dei danni subiti per l’accaduto.
Il candidato, individuate le problematiche di cui alla t
raccia e ricostruita
giuridicamente la fattispecie, rediga motivato parere in merito alla possibilità o
meno, per Tizio, di agire

ed eventualmente, ove ritenuto possibile, verso chi e con
quale rimedio

a tutela delle proprie ragioni, soffermandosi altr
esì, ove un rimedio
venga ritenuto possibile, anche sulla determinazione del danno risarcibile nel caso di
0 Answers

 


BE THE FIRST ONE TO ANSWER THIS QUESTION

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service