Conviene fare ricorso (per me è una questione anche di principio)

  20 Mar 2017   150
Tra la fine 2013 e l’inizio 2014 ho ristrutturato il bagno del mio alloggio, acquistando i materiali idraulici e i sanitari da un rivenditore specializzato per circa € 1500.
Ho saldato tutte le fatture che mi venivano inviate tramite bonifico bancario; l’ultimo in data 19/02/2014.

In data 09/10/2016 ricevo una raccomandata da uno studio legale che mi intima il pagamento della fattura n° 155 in data 21/03/2014 per un importo di € 655.01 + spese e interessi per € 129.93.

Non mi è mai stata trasmessa questa fattura (anche perché se l’avessi ricevuta l’avrei pagata).
Indispettito dal comportamento del rivenditore ho risposto al legale tramite PEC che:
non ho mai ricevuto la fattura in oggetto e comunque dato il notevole ritardo con cui la ditta si era mossa, citavo l’intervenuta prescrizione ai sensi dell’art. 2955 comma 5 del C.C.

In data 17/02/2017 mi è stato notificato il “ricorso per decreto ingiuntivo” per € 714.81 + spese legali per € 371.50 (Giudice di pace).

Il termine dei 40 gg scade il 29/03/2017.
0 Answers

 


BE THE FIRST ONE TO ANSWER THIS QUESTION

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service