Che possibilità ci sono di rendere nullo tale testamento oligrafo e perchè?

  18 Apr 2017   115
Salve vorrei avere una vostra opinione su tale situazione: mia nonna che aveva 3 figli e 5 nipoti è deceduta a fine Gennaio 2017 all'ètà di 97 anni. Possedeva un appartamento di proprietà al centro di Napoli e un appartamento piu' terreni in un paesino piccolissimo in Friuli dove lei è originaria anche se ha vissuto sempre a Napoli. Dei tre figli uno in particolare (il maggiore), in accordo con gli altri e alla morte di mio nonno avvenuta 10 anni fa, si occupava di tutte le faccende burocratiche (bollette da pagare, conti in banca intestati a mia nonna, la pensione della nonna, stipendio alla padante) le spese ovviamente erano ripartite tra i tre fratelli. Questo figlio maggiore era anche molto presente con mia nonna, in quanto abita nello stesso palazzo e rappresentava per mia nonna un grande punto di riferimento e lei eseguiva tutto cio' che lui riteneva si dovesse fare. Della piccola casetta in Friuli, da quando mia nonna ormai anziana non riusciva ad andarci piu' con i ritmi di prima (già dal 2011 circa), si interessavano questo figlio maggiore che periodicamente si recava sul luogo perchè una dei suoi due figli (Raffaella), napoletana, si è sposata e trasferita li'(in Friuli). Anche questa nipote della nonna (Raffaella) abitando li' si occupava della gestione della casetta in Friuli. Alla morte di mia nonna, che adorava tutti i figli e i suoi nipoti ed era una persona assolutamente equa, esce fuori un testamento oligrafo datato 2013 (la nonna aveva quasi 94 anni), dove dice che la casetta in Friuli e le sue pertinenze e accessori li dona alla nipote Raffaella. Questo testamento è stato consegnato a mia cugina Raffaella nel 2013, ma solo ora noi tutti, a parte i genitori di Raffaella, ne siamo stati messi al corrente. Abbiamo subito notato che la grafia è quella di mia nonna, ma la forma con cui è stato redatto non puo' certo appartenere a lei, in quanto mia nonna ha fatto solo la scuola media e a 94 anni non poteva esporre un contenuto cosi' chiaro e scritto con parole difficili per lei, non solo, la nonna non avrebbe mai voluto donare ad un solo nipote quella casa che, se anche di valore economico esiguo, aveva per lei un valore morale altissimo e ha sempre espresso verbalmente la volontà che noi tutti potessimo recarci e utilizzarla. Inoltre mia nonna aveva quasi 94 anni quando è stato fatto questo testamento e anche se ci riconosceva ancora e ragionava, aveva dei momenti di smarrimento e problemi di memoria, nonchè incalzava in quel periodo una piccola depressione a causa dell'età, infatti era seguita dal geriatra che le aveva prescritto anche farmaci antidepressivi. Quindi noi riteniamo che ella fu condizionata, se non addirittura circuita nella stesura di questo atto. Quindi Vi domando, puo' essere tale testamento ritenuto ammissibile, valido, lecito ? Cosa dovremmo fare noi figli e nipoti di fronte a questa donazione? Cosa ne pensate di quanto scritto? Se gentilmente posso avere un Vs chiaro parere. Grazie
0 Answers

 


BE THE FIRST ONE TO ANSWER THIS QUESTION

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service