Casalinga

  14 Feb 2017   96
Buon giorno sono una donna di 55 anni sposata da quasi 32. Quando mi sono sposata avevo 24 anni e mio marito 29. Ho sempre fatto la casalinga ( economicamente stavamo e stiamo bene) mio marito è un dirigente. Abbiamo un figlio di 22 anni. Purtroppo quest'ultimo da 7 anni a questa parte ha fatto un lavaggio del cervello a mio marito dicendo che io sono una mantenuta e che il mio lavoro non vale niente perché non è riconosciuto, non per niente io non ho uno stipendio. Vedo mio marito che non parla e non controbatte mai a ciò che sostiene il figlio. Secondo le teorie di mio figlio io non faccio abbastanza. La mia giornata inizia alle 6 del mattino, ora in cui mio figlio va a dormire dopo essere stato in giro oppure tutta la notte a guardare film. Va all'universita' ( economia e commercio) con una media di voti sul 24. Lavora in un pub di notte dalle 21 alle 2 del mattino X 4 giorni e guadagna 300 euro a settimana in più mio marito gli da 500 euro al mese, contribuiamo a vestirlo e tutti i giorni io gli lascio 10 euro per mangiare. Mi fa correre a fare commissioni ( tipo prenotargli viaggi sulla neve, comprargli maglioni, pantaloniecc.). Tutti i giorni si cambia 2/3 magliette e 1 camicia. Tutti i fine settimana io un dolce a completamento del pranzo e mi sento insultare perché la" torta di mele" deve essere sempre fatta allo stesso modo e non devo cambiare ricetta. Se faccio qualcosa di testa mia mi insulta perché prima lo devo avvisare e non devo prendere iniziative. Se dobbiamo comprare una lampada dobbiamo avere la sua approvazione. Perde qualcosa la colpa è mia. Mio marito non lo contraddice mai. Vorrei sapere se un comportamento così sia da parte di mio marito che quello di mio figlio deve essere sopportato tutti i giorni da me senza dover controbattere perché non me lo posso permettere solo perché non ho uno stipendio. Tutte le sere eccetto quando lavora mi sento fare prediche che durano ore e se lo contraddico mi urla addosso e mio marito dice che me lo merito perché devo stare zitta. Grazie se mi rispondete un saluto Anna
0 Answers

 


BE THE FIRST ONE TO ANSWER THIS QUESTION

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service