Ad oggi il mio acquirente si può rivalere su di me, per chiedere la restituzione della differenza tra il prezzo pagato e quello di massima cessione che il comune stabilirebbe?

  09 Dec 2016   114
Nel 2010 ho venduto un immobile ad € 195.000 (da me acquistato da una coopertiva nell'anno 2002, la quale aveva stipulato una convenzione con il comune nel 1998, ai si dell'art. 35 dellalegge 865/1971, aggiungo inoltre che il terreno su cui è edificato l'immobile è di proprietà della cooperativa, in quanto acquistato da privati, quindi noi proprietari degli appartamenti avevamo il diritto di proprietà). Aggiungo che prima del rogito notarile, è stato fatto un preliminare di vendita, dove ho ricevuto regolare caparra per € 15.000 il saldo in sede di rogito, dopo che il mio acquirente ha avuto regolare mutuo, aggiungo inoltre che in predetto preliminare vi era stato inserito: copia atto di assegnazione della coop, copia della convenz. stipulata nel 1998 con il comune, attestazione rilasciata dal comune per la vendita a prezzo di libero mercato (in quanto superato il vincolo dei 5 anni), copia attestazione dell'estinzione nel 2008 del mutuo da me contratto, indicazione del notaio di fiducia del mio acquirente, data del rogito notarile, dicitura di approvazione che tutta la documentazione elencata era stata fatta visionare dal legale di fiducia del mio acquirente ed era stata ritenuta idonea.
1 Answers

 


Have another answer? Share your knowledge!

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service