A chi viene figlia di 18 mesi in caso di separazione tra conviventi? Con chi rimarrebbe la notte? Durante le vacanze? Durante gli orari lavorativi?

  17 Jun 2017   19

Convivo con il mio compagno da luglio 2015, a dicembre 2015 è nata nostra figlia. Ora le cose tra di noi vanno male per incompatibilità caratteriale ed impossibilità a trovare una linea comune riguardante le decisioni educative della bambina, quindi io sono propensa alla separazione. Lui non contribuisce alle spese, io pago personalmente affitto (il contratto di affitto è cointestato), bollette, spese condominiali e spese riguardanti mia figlia che lui ritiene superflue o inutili come vestiti (è in piena crescita e sperimentazione, non basta avere 4 magliette e 2 pantaloni!), qualche gioco o libro nuovo ogni tanto, considerando il fatto che la bambina ha 18 mesi e non può trarre interesse o essere stimolata da giochi e libri per neonati. Io penso al bene di mia figlia, vorrei che lui contribuisse alla sua crescita intellettiva, e non può pretendere che questo accada senza che la piccola riceva stimoli adeguati. Lui contribuisce economicamente nella spesa fatta al supermercato (a volte), nient'altro. Io lavoro full time presso un negozio, mentre il mio compagno lavora part time come operaio (4 ore il pomeriggio). In caso di separazione a chi verrebbe affidata la bambina? La notte potrebbe stare dal padre a dormire? Oppure, considerato che ha solo 18 mesi, ho diritto ad averla a dormire con me? La bambina ha ancora risvegli notturni, duranti i quali cerca chiaramente la mamma (chiama proprio "mamma"). Con il mio compagno non si riescono a prendere accordi, abbiamo provato a parlarne ma non sente ragioni. Attualmente viviamo ancora insieme proprio per questo, lui sostiene di avere diritto a stare lì fino a che c'è sua figlia. Io gli ho fatto una proposta: Lui ha tutte le mattine libere, io sarei disposta a dargli chiavi di casa, scendere al lavoro, e permettergli di aspettare che la bambina si svegli così da stare tutte le mattine con la bambina, facendo ciò che vogliono, uscendo e andando dove vogliono..a patto che la sera stia con me (è l'unico momento della giornata che riesco a dedicarle purtroppo perchè lavoro fino alle 19) e dorma sempre con me. I weekend sono disposta ad alternarli, a patto che la bambina la sera rientri a casa e dorma con me anche se passa l'intera giornata con lui. E' un accordo fattibile? Potrei ottenere queste condizioni andando per vie legali? Lui non sente ragioni e rifiuta ogni cosa io proponga. In caso invece lui trovasse lavoro full time, come funzionerebbe l'affidamento? Io ci tengo che la bambina dorma con me, perchè vedo in lei questa necessità, e so che non trovarmi la notte per lei potrebbe essere traumatico. (Non ha mai dormito fuori casa o lontana da me in 18 mesi) Inoltre, durante le vacanze estive o invernali? Io ritengo sia troppo piccola per essere allontanata da me per diversi giorni. Questione secondaria...la bambina, mentre sono al lavoro, viene accudita a turni da nonni materni o paterni. Io penso di avere il diritto di sapere dove viene portata mia figlia durante la giornata, e se si dovesse far male, penso di avere il diritto di sapere dove e come è successo. Questo non accade mai, a me viene tenuto tutto nascosto, vengo a sapere dove si trovata mia figlia solo sporadicamente da terze persone che la vedono in giro. Non credo sia corretto, io penso, in qualità di madre, di dover essere al corrente dei luoghi dove viene portata mia figlia. Penso anche di poter decidere se non voglio che mia figlia frequenti certi luoghi, invece ce la portano di nascosto. Inoltre capita sempre più spesso che la bambina torni a casa con lividi e segni vari, ed io non riesco mai a capire cosa le sia successo (so che è normalissimo, succede anche quando la bambina è con me che si faccia male, ma vorrei solo sapere come succede..non per prendermela e non per rimproverare, non mi permetterei mai! Ma voglio semplicemente essere a conoscenza di cosa succede a mia figlia). In caso di separazione, chi decide quale nonna la cura? e in quali giorni? Grazie mille!


0 Answers

 


BE THE FIRST ONE TO ANSWER THIS QUESTION

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service