è lecita la mia richiesta di essere pagato ad ore visto che la lettera d'incarico è firmata solo dal committente?

  22 Mar 2017   86
Sono un perito industriale libero professionista, una ditta mi aveva contattato per espletare un incarico di direzione lavori, la ditta era vincitrice di una gara ed aveva urgenza di presentare alla stazione appaltante il direttore lavori per la parte impiantistica, di conseguenza avevamo verbalmente concordato che il mio onorario per la mansione di direzione lavori sarebbe stata del 5%, quindi ho iniziato il mio operato di consulenza e nel frattempo avevo inviato bozza di lettera d'incarico dove specificavo le mansioni inerenti la direzione lavori, contestualmente indicavo anche una tariffa oraria pari a 25 €/h per eventuali attività non ricomprese nelle mansioni di direzione lavori. Il committente mi diceva che voleva solo modificare due punti della lettera d'incarico e dopo una settimana d'attesa mi consegna brevi mano la lettera d'incarico totalmente stravolta, ora io non ho controfirmato la lettera d'incarico e il committente mi ha inviato raccomandata con revoca dell'incarico, e vuole che calcoli le mie spettanze in ragione del 5% per i lavori da me eseguiti in sei giorni nei quali ho anche utilizzato la mia auto per raggiungere il cantiere che si trova a 65 km di distanza, io invece gli avevo prospettato di pagarmi le ore realmente lavorate a 25 €/h più 0,33 cent/km per i chilometri realmente percorsi.
0 Answers

 


BE THE FIRST ONE TO ANSWER THIS QUESTION

 

AskLawyer
P: (+39) 02 9475 1454 Milan, Italy

We assist you in:
Italy Spain France Germany United Kingdom United Arab Emirates Thailand China India Russian Federation

AskLawyer Copyright © 2016-2017 Terms and conditions of the legal advice service